Social media + Ecommerce = Social Commerce

L'annuncio ufficiale dei test per il buy button su Facebook e TwitterComputer, smartphone, ore intere trascorse online, costantemente connessi: questa è la vita di ognuno di noi, che ne siamo o meno consapevoli.

In uno scenario fino a qualche anno fa inimmaginabile, in cui reale e virtuale confondono i loro confini, ci sono due “mondi del web” che più di tutto il resto che si trova in rete hanno catturato il nostro interesse e portato significativi cambiamenti al nostro quotidiano: i social media e l’ecommerce.

I social media appagano il nostro bisogno di comunicazione e condivisione e l’ecommerce ci consente invece di accedere a un’infinità di prodotti, anche quelli che in passato ci erano preclusi. Entrambi grazie alla rete riescono ad annullare i confini di spazio e tempo.

Questi due mondi, ora, sembrano non riuscire a fare più a meno l’uno dell’altro e, così diversi, stanno diventando ogni giorno più complementari. Secondo gli esperti, è questo che ci dobbiamo aspettare per il web del futuro: social media e ecommerce sempre più uniti, a creare quel “social commerce” di cui tanto si sente parlare e a cui ancora per molti è difficile dare un aspetto concreto.

I segnali, del resto, ci sono tutti per chi ha l’acume di trovarli e leggerli nella miriade di informazioni che è possibile trovare online.

I social, innanzitutto, nati con l’intento di avvicinare i loro utenti tra loro, sono sempre più utilizzati per promuovere brand e prodotti. Secondo un’indagine di eMarketer.com di marzo 2014, i social maggiormente utilizzati per la promozione di brand e prodotti sono Facebook (86%), Twitter (34%) e Google Plus (23%), seguiti da Pinterest (21%), Instagram (19%) e Flickr (6%).

L’efficacia delle tattiche di social media marketing nel miglioramento del conversion rate, d’altro canto, è ormai ampiamente dimostrata dai dati. Il 37% di quelli che si occupano di digital marketing sostiene che la condivisione sui social è molto efficace, a pari merito con l’utilizzo di live chat.

Da questi dati è ampiamente spiegato l’interesse dell’ecommerce verso i social. E viceversa?

Anche l’ecommerce ha le sue attrattive per i social, abbastanza facili da quantificare: ancora eMarketer prevede che entro il 2018 il fatturato complessivo dell’ecommerce sarà di 2.356 miliardi di dollari. È abbastanza naturale, quindi, che i principali social vogliano accaparrarsi la propria parte in un banchetto così allettante.

In che cosa si concretizza questa interazione di forze e come si va sviluppando il social commerce?

Le attività più innovative dovevano necessariamente arrivare dai due social più “forti”, ossia Facebook e Twitter. Facebook già il 17 luglio luglio ha annunciato i test per l’introduzione di un tasto “Buy”, da inserire negli annunci e post a pagamento e con l’obiettivo di far procedere gli utenti all’acquisto direttamente dal social.

Twitter non poteva certo essere da meno. Nello stesso 17 luglio ha annunciato l’acquisizione di CardSpring, società che crea infrastrutture di pagamento per acquisti online. L’8 settembre, poi, c’è stato l’annuncio ufficiale sul blog di Twitter dell’inizio dei test per un tasto buy.

Lo scopo quindi è sempre lo stesso: consentire gli acquisti direttamente dall’interno dei social, in modo che i brand possano rendere più efficaci e produttivi gli investimenti pubblicitari e siano ancora più invogliati a integrare nelle loro strategie dei programmi definiti di social media marketing.

Del resto, l’acquisto sui social è stato visto già da tempo come un’opportunità da sfruttare, non a caso noi avevamo parlato più di un anno fa del sito The Hunt, dove gli utenti “vanno a caccia” dei loro prodotti preferiti, si fanno aiutare dagli altri nella caccia e poi direttamente dal sito possono acquistare gli oggetti dei loro sogni.

In tutto questo fermento, anche il retail tradizionale si dovrà per forza di cose trasformare. A parte la sua sempre più stretta complementarità con l’ecommerce, infatti, potrà puntare su quelli che resteranno come suoi vantaggi: la prossimità all’utente, la possibilità di garantirgli un’esperienza e quella di integrarsi con altri strumenti di vendita.

Siamo in un mondo in trasformazione, non solo ecommerce e social si innovano, ma tutto ciò che è vendita e acquisto andrà cambiando con il cambiare delle nostre abitudini e delle evoluzioni della tecnologia a portata di mano.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

58,566 Spam Comments Blocked so far by Spam Free Wordpress

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>