La ristorazione cresce col commercio online e il social commerce

social loyalty

La ristorazione italiana è in difficoltà, ma le opportunità di crescita restano elevate. È in sintesi estrema quello che emerge dal “Restaurant European Outlook 2012“, pubblicato da AlixPartners”.
A pronunciare queste confortanti parole è Rosalba Reggio in un articolo de Il sole 24 Ore dedicato all’andamento del settore della ristorazione in Italia, in crescita dello 0,9% dal 2007.

Le opportunità di sviluppo si intravedono principalmente online grazie alla crescita del mercato ecommerce e del Social Commerce. Il valore dell’ecommerce in Italia è cresciuto di anno in anno a partire dal 2004, con risvolti interessanti per tutti i settori commerciali.

Le attività locali operanti nel settore della ristorazione possono sfruttare il volano offerto dal web per pianificare attività di Social Commerce destinate a fidelizzare il cliente ed ampliare il proprio pubblico. Da uno studio effettuato da Hospitaly Tecnology in US (pubblicato su emarketer.com) rivolto alla ristorazione mondiale, viene confermata la ricerca continua di queste attività sul fronte fidelizzazione per gli effetti positivi che questo avrebbe sul passaparola.

Gli investimenti sui Social Media registrano un aumento dell’89% a testimonianza delle potenzialità offerte da questi strumenti: creare un account su Facebook, Pinterest, Twitter o Google Plus rappresenta per un ristorante o un pub uno strumento di promozione incredibile a prezzi decisamente ridotti.

Certo non ci si può improvvisare esperti social, quindi la cosa migliore che si possa fare è rivolgersi a chi abbia competenze specifiche nel settore, come una web agency, e approntare una strategia ad hoc, che permetta una corretta gestione della reputazione online.

Con gli strumenti giusti si possono ottenere dei risultati ottimi: un utilizzo intelligente del marketing territoriale può ad esempio avviare il buzz intorno ad attività locali, mentre offerte personalizzate in base ai giorni della settimana o alla stagionalità e diffuse sui social possono offrire un ottimo ritorno in termini di branding e di user experience.

Tutto questo vale anche e soprattutto per chi lavora nel mondo della ristorazione e che spesso e volentieri si rivolge ad un pubblico giovane, che ha familiarità con tutti i mezzi social e che li utilizza abitualmente nella propria quotidianità, anche come suggerimento o come fonte preziosa per l’organizzazione del tempo libero.

I social media visti in questa ottica si presentano come una risorsa fondamentale e un loro sfruttamento intensivo ai fini di business richiede anche che non ci si fermi soltanto a Facebook, GooglePlus, Pinterest e Twitter. Anche Istagram e Foursquare for Business, ad esempio, offrono grandi spazi per iniziative promozionali creative: l’importante è adottare la strategia migliore per trasformare i propri clienti in persone con cui dialogare e, perchè no, divertirsi insieme (oltre che guadagnare di più, of course).

Raffaele Annunziata
Seed Media Agency

2 thoughts on “La ristorazione cresce col commercio online e il social commerce

Leave a Reply

Your email address will not be published.

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

61,747 Spam Comments Blocked so far by Spam Free Wordpress

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>