Salute: web e social, medicine alternative

salute e web

Chi pensa che la gestione di feedback e recensioni sia un affare privato che riguarda solo quelli che comprano e vendono online è destinato ad essere smentito dai fatti. L’importanza che questo settore va assumendo e la nostra sempre più radicata abitudine di cercare online le opinioni rilasciate da altri influenza infatti sia noi sia il mondo, online e offline, che abbiamo intorno. Volenti o nolenti ci dobbiamo adattare.

Uno dei nuovi settori che in Italia sta per essere caratterizzato da una chiara svolta social è quello della sanità. Gli Italiani sono ancora abituati a vivere la sanità in modo molto tradizionale, ma la strada del web è ormai aperta e non potrà che essere sempre più frequentata.

È dei giorni scorsi, ad esempio, la notizia che Beatrice Lorenzin, attuale Ministro della Sanità, vorrebbe creare una sorta di TripAdvisor degli ospedali italiani.
Questo è un chiaro segnale di cambiamento, in quanto consentirebbe di dare, in un ambiente ”terzo”, la propria opinione sulle cure ricevute, di leggere quelle degli altri e quindi di capire quali sono le carenze più sentite sulle quali intervenire. Il rapporto tra Stato, Sanità e paziente potrebbe essere gestito in modo molto più diretto e ci sarebbe la percezione di maggiore apertura e trasparenza. Ovviamente, mai come in questo caso – quando si ha a che fare con la propria salute il proprio futuro, la propria vita – sarebbe opportuno garantire un sistema di recensioni certificate.

È ormai evidente che l’attività che viene compiuta sui social va molto al di là della semplice chiacchiera con il ritrovato compagno di banco delle elementari. Sui social ci si informa, si può instaurare un dialogo costruttivo, si possono incontrare esperti del proprio settore con cui  consultarsi virtualmente. Proprio in questi giorni, in occasione degli Internet Days, Paolo Sciacca di Sanitanova ha presentato HeSCo, la prima community pensata per i professionisti della salute. Di nuovo, il mondo del web e quello della sanità appaiono vicini come fino a qualche anno fa non ci sarebbe sembrato possibile.

E per quanto tutto questo a noi possa sembrare quasi futuristico, all’estero la sanità online è molto più radicata. Ci sono discussioni su come valutare i feedback online che riguardano i medici, analisi sull’alto numero di recensioni positive che i dottori in genere raccolgono e anche interessanti “voci fuori dal coro” che mettono in evidenza i rischi che le recensioni online possono comportare.

Il mondo del web ha cambiato tante cose in Italia e ora può cambiare il modo in cui viviamo la salute, in forme ancora difficili da prevedere. Esistono già siti e portali in cui si possono chiedere consulti online, ma sono ancora tanti gli scenari che si devono delineare. E tra qualche anno, forse, ci ritroveremo a raccontare ai nipotini di quando noi, da giovani, andavamo a compilare un modulo per scegliere il medico di famiglia.

2 thoughts on “Salute: web e social, medicine alternative

Leave a Reply

Your email address will not be published.

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

59,490 Spam Comments Blocked so far by Spam Free Wordpress

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>