Opinioni dei clienti e potere dei social media: Barilla nella bufera

Lo scivolone di Barilla nell'immagine scelta dal sito straniero Nowthisnews.com

Lo scivolone di Barilla nell’immagine scelta dal sito straniero Nowthisnews.com

L’opinione dei clienti è un elemento fondamentale per il successo di un brand. Al di là delle valutazioni e dei feedback sulla qualità dei prodotti, i clienti osservano il modo in cui i brand comunicano, quello che dicono, quali ideali fanno trasparire. Siamo in generale più propensi, infatti, ad acquistare i prodotti di un’azienda che mostri di condividere i nostri stessi punti di vista e che li esprima in qualche modo.

Di queste verità si sta rendendo conto a sue spese Barilla, un marchio che in Italia e all’estero non ha certo bisogno di presentazioni e che viene associato subito ad abbondanti piatti di pastasciutta.

Guido Barilla, patron dell’azienda, il 25 settembre scorso ha partecipato alla trasmissione La Zanzara di Radio 24 durante la quale gli è stata posta una domanda sul ruolo della donna nella pubblicità italiana. In quest’occasione Barilla ha affermato: ”Non metterei in una nostra pubblicità una famiglia gay perché noi siamo per la famiglia tradizionale. Se i gay non sono d’accordo, possono sempre mangiare la pasta di un’altra marca. Tutti sono liberi di fare ciò che vogliono purché non infastidiscano gli altri”.

A questa affermazione è seguita una vera e propria tempesta sui social. La pagina Facebook ufficiale è stata letteralmente presa d’assalto da centinaia di utenti che hanno espresso profondo disappunto per quanto affermato da Guido Barilla e che si sono detti decisi a non acquistare più i prodotti dell’azienda. Su Twitter, invece, tra i trending topics si son visti in fretta  #Barilla e #boicottabarilla, che è stato lanciato dall’associazione omosessuale Equality Italia. Sono stati innumerevoli i cinguettii che con ironia, con rabbia, o con sarcasmo hanno commentato la vicenda o hanno istigato al boicottaggio verso prodotti di un brand che non si è affatto mostrato “politically correct”. Perfino il logo Barilla è stato oggetto di “goliardiche” modifiche che hanno poi fatto il giro del web su account pubblici e non: nulla in questa vicenda è stato risparmiato.

Come se già questa social media crisis non fosse abbastanza difficile da gestire, i competitors sono stati veloci a cavalcare l’onda del dissenso comune: dai più noti ai meno conosciuti, chi con semplici frasi chi con immagini, sono stati tanti quelli che hanno improvvisamente sentito la necessità di manifestare la loro tolleranza e la loro apertura di vedute.

Risposte dei competitor dopo lo scivolone di Barilla

Risposte dei competitor dopo lo scivolone di Barilla

La notizia evidentemente ha avuto abbastanza eco da essere rilanciata anche da siti stranieri, che evidentemente conoscono il brand e che hanno voluto spenderci qualche parola.

La reazione da parte dell’azienda si è fatta attendere, arrivando soltanto nel pomeriggio del 26 settembre attraverso i social, con una dichiarazione di Guido Barilla che si scusa per i fraintendimenti e le polemiche creati e che parla del suo rispetto verso tutti.

Intanto questo scivolone di Barilla è diventato un vero e proprio caso e non è ancora destinato a finire. Basti pensare che Arcigay è fermamente intenzionata a far proseguire il boicottaggio e ha lanciato una campagna dal titolo “Siamo tutti della stessa pasta” che comprende il volantinaggio davanti ai supermercati per informare chi si fosse perso questo spettacolo sul web.

Certo questa linea di pensiero dell’azienda potrebbe portare a qualche perplessità in merito alla collaborazione con Mc Donald’s, che nelle sue pubblicità fa passare messaggi completamente diversi ed è difficile quantificare oggi quelli che saranno i danni in termini di immagine o di guadagno diretto. Essere alla gogna sulla rete in un momento in cui la rete domina, è un rischio che anche i grandi brand affermati dovrebbero evitare di correre.

Quali saranno le conseguenze per Barilla? Quanto cara verrà pagata un’affermazione fatta con troppa leggerezza che ha monopolizzato i social per un giorno intero?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

59,490 Spam Comments Blocked so far by Spam Free Wordpress

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>