Il (falso) business delle recensioni false: apriti web!

Recensioni false -  un rischio per tuttiQuello delle recensioni false è un tema ultimamente molto dibattuto, che coinvolge più parti: i prodotti o i servizi che vengono recensiti, gli utenti che leggono le recensioni e le persone che le scrivono.

Il clamore suscitato dalle recensioni false e da tutte le loro possibili implicazioni è direttamente legato all’utilizzo sempre maggiore delle recensioni da parte degli utenti.

Facendo memoria sulla “storia delle recensioni” si può dire che l’attenzione su di loro è esplosa con il notissimo caso Belkin: nel 2009 la Belkin diventò famosa per aver messo su Amazon, Engadget e altri siti delle recensioni false, ovviamente positive, dei suoi prodotti e per aver reclutato persone che le scrivessero dietro un compenso di 65 centesimi a recensione.

Anche Tripadvisor, il cui nome è indissolubilmente legato alle recensioni, pur essendo nato nel 2000 ha cominciato a essere oggetto di domande e preoccupazioni sulla validità e attendibilità dei suoi feedback solo negli ultimi anni.

Quando l’uso di internet era meno diffuso, era ancor meno diffusa l’abitudine a leggere online le opinioni dei clienti. Non ci si era costruito ancora attorno il business che poi invece si è venuto a creare. Eppure, quello delle recensioni è un business a tutti gli effetti: recensioni vere, recensioni false e recensioni certificate sono elementi da cui non si può più prescindere, sia che si abbia un ecommerce, sia che si lavori offline.

Recensioni false: dov’è il business?

Le recensioni false sono allo stesso tempo un business e un pericolo. Il business è per quelli che, in un modo discutibile e pericolosamente vicino alla truffa, cercano di vendere le recensioni o di far passare questa pratica come se fosse perfettamente normale, come spesso si vede accadere sul web. Il pericolo, invece, è per tutti gli altri.

Il pericolo delle recensioni false è, ad esempio, per chi legge: potenziali clienti si affidano a ciò che altri hanno concretamente sperimentato prima di loro, non sapendo che la voce che stanno ascoltando in realtà appartiene a qualcuno che non esiste o che semplicemente non ha mai avuto a che fare con il servizio o il prodotto in questione.

Ma il pericolo è anche per chi vende i prodotti o i servizi: persone che possono essere danneggiate dal peso di una recensione falsa, nonostante l’impegno e la dedizione profusi nel lavoro. È quello che è accaduto, ad esempio, a Kent Betts quando su Yelp, famoso sito di ricerca locale, incappò in alcune recensioni sul suo ristorante pubblicate ancor prima che questo venisse aperto. Betts ha dovuto combattere non poco contro una cattiva reputazione nata già prima di aver servito un pasto.

In realtà, chi scrive false recensioni a proprio vantaggio rischia di rovinare la sua reputazione online nel momento in cui venisse scoperto il mezzuccio, mentre chi scrive false recensioni a danno di un concorrente commette un gesto non solo deplorevole, ma ai limiti dell’illecito.

Per cui, in ogni caso, meglio optare per la verità: recensioni autentiche e recensioni certificate sono una sicurezza sia per i clienti che per i venditori. E sul lungo perioco ripagano sempre.

(to be continued…)

2 thoughts on “Il (falso) business delle recensioni false: apriti web!

  1. gian piero staffa

    Non mi fido delle recensioni certificate. Certificate da chi, con quel competenza. Recentemente un sito di accessori elettronici che consegna dalla Cina e che’ in causa con la stragrande maggioranza dei Clienti italiani era visibile con cinque stelle su Google. A me un ‘ente certificatore’ ha offerte ’300 crediti, cioe’ recensioni finte’ in cambio di un contratta annuale. L’unica vera referenza e’ quella di un cliente reale e soddisfatto ma concordo che sul web e’ difficile distinguere il reale dal virtuale.

  2. Cristina Bazzoni Post author

    Ciao Gian Piero, grazie per il tuo commento. Come abbiamo cercato di far emergere dal nostro articolo, purtroppo le recensioni false sono un business diffuso, ma le recensioni autentiche restano una risorsa preziosa per chi le riceve e per chi le legge. Ci sono alcuni shop online che aprono le recensioni a tutti gli utenti, o a tutti quelli che si loggano in all’interno del loro sito, ma effettivamente anche questo va a discapito della qualità. A nostro avviso, solo chi ha realmente acquistato un certo prodotto o servizio, chi lo ha già utilizzato e lo ha fatto recentemente può essere un recensore autorevole e affidabile e può offrire quella veridicità capace di dare valore aggiunto a un feedback.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

58,566 Spam Comments Blocked so far by Spam Free Wordpress

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>